non è vero.
i libri non sono mai troppi.

e’ vero, si accumulano sulle nostre scrivanie, sugli scaffali delle nostre librerie ed alle volte anche per terra…
c’è chi li maltratta e li lascia in giro ovunque con le pagine sgualcite e con le orecchie, chi li mette a posto come fossero figli o gioielli (che poi sono un pò la stessa cosa, anche se in alcuni casi i gioielli sono trattati meglio di qualche figlio) o chi ancora li apre, ci studia e ci scrive sopra, aggiungendo o togliendo parole a chi li ha scritti.

per me i libri sono evasione.
evasione dalla realtà quotidiana, ma non sono una fuga, sono un arricchimento della mia fantasia e della mia realtà.
sono finestre sui mondi di altre persone che hanno immaginato e scritto, che hanno raccontato la loro vita, così, per noi.
e così quei mondi diventano i miei, li trasformo e li immagino coi miei occhi; li assimilo e li digerisco, e loro crescono perchè si nutrono della mia voglia di leggere.
conosco paesaggi nuovi, imparo ad apprezzare nuovi autori ed allora i libri aumentano e si alzano le colonne di libri in casa..

i libri non sono mai troppi… sono le case che sono troppo piccole!

Annunci