Tag

, ,

butti giù un’idea.

poi la lasci lì a lievitare o macerare, a seconda dello stato d’animo.
due o tre giorni, non di più se non vuoi dimenticarti di averla scritta tu, quella roba lì.
e intanto pensi a dell’altro; fai tutt’altro e non ci pensi.
poi, a mente fredda, la rileggi ed è cambiata; non é più come prima e allora vai di scalpello e la modelli un poco.
poi prendi argilla fresca e aggiungi un pezzo qua ed uno là.
e prende forma, cambia e cresce come un figlio.
tu cerchi di darle un’educazione, cerchi di farle capire cosa è buono e cosa è male.
ma come ogni figlio che si rispetti fa di testa sua.
ed ogni volta che vai a trovarla cambia, come un diamante grezzo che ogni volta tagli ed alla volta successiva presenta una luce differente, un riflesso che la volta precedente non avevi colto.
ti abbaglia e ti stupisce.

sempre.

e poi arriva il momento in cui puoi mostrarla al mondo, e sotto il sole assume ancora una luce diversa.
riflette le luci di chi la guarda.
e ne sei orgoglioso.

sempre.

Annunci