Tag

, , , , , , , , , ,

non ho una vita da romanzo, non posso dire di avere una vita particolarmente interessante; faccio l’addetto vendite di una grossa catena di elettronica di consumo nel reparto IT (information technology – lo faccio per darmi un pò di arie).
e la mia vita si dispiega tra il lavoro ed i miei hobbies. 

tra questi c’è la scrittura.

non ho la pretesa di essere uno scrittore, anche se c’è gente in giro che pubblica libri solo per il cognome che porta… ma la mia è tutta invidia!
ho però la voglia di continuare a farlo, perchè rende la mia vita più interessante.

qualcuno potrebbe dire che è cosa fittizia; ma io ci metto il cuore quando scrivo della vita degli altri; non voglio rendere la mia vita uguale a quella dei miei protagonisti, solo mi piace inventare storie.

alle volte incasino la loro vita come la mia.
e loro si districano tra gli ostacoli che gli pongo innanzi.
si agitano, si arrabbiano, piangono e cadono.
poi si tirano su, si tolgono la polvere dai jeans e vanno avanti, con coraggio, e non si fermano davanti alle avversità.

è buffo osservare come le loro vite alle volte prendono vita.

si.
nel senso che io do loro un inizio, poi sono loro che mi portano a scrivere il resto; a seconda di come reagiscono agli eventi cambiano il corso della loro storia.
ci sono volte che scrivo di getto (la maggior parte delle volte a dir la verità) e poi quando rileggo cancello dei passaggi ed ecco lì che le cose cambiano; mutano come il sole tra le nuvole.
aggiungo pensieri e sensazioni, spesso sono i miei, veri e genuini che riporto su carta a seconda di quello che succede.
faccio il tifo per alcuni mentre invece altri li odio quasi, ma senza di loro le storie non sarebbero credibili, senza di loro non potrei esistere nelle mie storie.
c’è sempre una mia parte che si infila dentro, tra le righe, si fa spazio o rimane nascosta per vergogna o solo per imbarazzo.
e mi piace stare nelle vite degli altri; mi piace vivere in un’altra epoca, viaggiare in luoghi mai visti e che forse mai visiterò.
mi piace vivere delle mie passioni, dei miei hobbies.
alcune volte mi verrebbe voglia di conoscere davvero i miei protagonisti, e chissà che prima o poi non li faccia conoscere a voi che mi leggete di tanto in tanto…

mi piace scrivere storie, brevi e lunghe (sarebbe il mio sogno nel cassetto finire un romanzo, il problema è che nella mi scrivania non ci sono cassetti…)
ma io continuo a scrivere; a mettere una parola dietro l’altra senza fermarmi, con pazienza ed attenzione mi rileggo.
accetto i consigli che mi vengono dati, prendo spunti e leggo, leggo un mondo di altre storie e lì sono me stesso che si trasforma nei protagonisti di altre storie, di altre vite.

ho la presunzione di scrivere storie.

mi piace questa presunzione.

davvero.

un’ultima cosa.
un ringraziamento particolare ad un’amica, che scrive anche lei, questo post lo dedico un pò anche a lei che scrive con me, perchè le sue storie sono diventate le mie, perchè se continuo a scrivere pensando a quei personaggi è anche grazie a lei che li ha fatti diventare quasi come di famiglia…

grazie Fra…

Annunci