fa freddo, con il vento di mare che taglia la faccia e ti entra nelle ossa.
cammino lungo le mura, senza meta e senza fretta.
penso, come del resto facevo sempre quando camminavo per la mia città.
niente musica, ma solo la sinfonia di pensieri nella mia mente.
chissà come, riuscivo a passare da un pensiero all’altro senza mai perdere il filo del discorso tra me e me.
sarà che il filo del mio pensiero sei tu.
non mi lasci mai da un bel po’ di tempo, sembra quasi una vita che ti conosco eppure se riguardo indietro, nella mia mente e nella cronologia dei messaggi sul cellulare, sono appena 8 mesi che ci siamo conosciuti.
8 mesi di messaggi, chiamate non risposte e segreterie telefoniche con quella loro voce metallica aspettando, con ansia, la tua così calda e vellutata.
aperitivi mancati e lunghe passeggiate; caffè con panna e cioccolate bollenti.
che bella invenzione l’inverno per chi si innamora; per chi si innamora e non lo sa.

Annunci