Tag

, , , , , , , ,

anche questa sera si torna a casa in bus.
stavolta niente alcool a dare un po’ di brio.
ma solo sonno.
tanto.
ho gli occhi che si chiudono da soli e vorrei tanto già essere a letto a dormire.
il titolo mi è venuto in mente stamattina mentre venivo in centro, invece poi è venuto fuori il post di sotto.

forse mi sarei dovuto prendere una birra come il tizio qua a fianco che sta bevendo una bionda da un bicchiere di plastica trasparente.

fatto sta che è un po’ che volevo scrivere di colori e profumi.
magari ne ho già accennato in post precedenti.
obiettivamente non me ne ricordo…
belin sento il profumo della birra fredda e un po’ amarognola.
ok, non sono un alcolizzato, ogni tanto mi piace prendermi una birra o due.
in compagnia di amici o anche da solo a casa, davanti alla tv o al mac.
ok.
colori: il rosso.
quindi direi un colore solo.
ma può essere un rosso diverso.
l’importante è che sia la tinta di capelli (naturale o meno).
uhm.
tutto è cominciato tanto tempo fa.
ne avevo scritto in risposta a un post di melodiestonate.
dobbiamo fare un salto indietro nel tempo, allacciatevi le cinture nel caso i sacchetti di carta sono davanti a voi, sotto il tavolino.
estate.
prima liceo.
rimandato di matematica, latino e francese.
‘na capra.
fatto sta che i miei decidono di correre ai ripari.
tra le svariate ripetizioni decidono di mandarmi dalla mia prof di francese delle medie.
or bene la suddetta ha una figlia, di cui non ricordo minimamente il nome nè l’età, ma forse avrà avuto una ventina d’anni.
non sono mai stato bravo a dare l’età quando ero piccolo.
ancora adesso ho difficoltà a farlo, anche per quanto riguarda la mia di età.
capelli rossi, naturali, quel colore ramato che cambia riflessi con la luce del sole.
lentiggini sul viso e sulle spalle.
ricordate?
siamo d’estate.
ricordo la sala inondata di luce pomeridiana, le finestre aperte e lei davanti a me con una maglia grigia che lasciava scoperta la spalla sinistra.
pelle bianca e lentiggini + prima liceo.
ho subito l’imprinting adolescenziale perfetto.
un delitto perfetto.
mi ha segnato la vita.
e non ho mai avuto una ragazza dai capelli rossi.
una sola se li è tinti dopo che ci eravamo lasciati.
accidenti.
vabbè tornando a quell’estate credo mi innamorai perdutamente di lei.
non ricordo se quel l’amore ebbe strascichi nell’autunno.
boh.
quindi il rosso ha sempre abitato i miei sogni.
ho avuto ragazze bionde e more e castane, occhi verdi azzurri e castani.
niente lentiggini.
niente rosse.
appurato che il rosso è il mio colore preferito per i profumi il discorso si fa diverso.
se per il colore alla fine bella ragazza rossa mi affascina, per il profumo è tutto ben più complicato.
profumo + ragazza.
comunque il primo profumo che mi ha fatto girare la testa è stato il muschio bianco.
ma non è una cosa assoluta.
non è che se passa una che lo ha sbavo come il cane di Pavlov.
no.
deve essere lei a “indossarlo”.
e stasera gliel’ho risentito addosso, e ho fatto un tuffo nel passato.
no, non vi preoccupate, niente flashback.
certi profumi rimangono legati a certe persone indissolubilmente.
punto.
e quindi ecco i profumi migliori che posso abbinare a determinate persone.

Poison (Dior)
Angel (Thierry Mugler)
muschio bianco (senza nome)
J’adore (Dior)
profumo alle rose (erboristeria fiorentina)

[non sono in ordine di importanza]

poi ci sono i profumi personali, quelli reali delle persone.
comunque, in assoluto, vince Poison.
non potete capire.
Poison + rossa + lentiggini.
è stato uno choc sensoriale allora e anche ora, ogni volta che la vedo, lo è.
certe cose ti si appiccicano dentro e non se ne vanno più.
manco se le lavi con la varechina del rifiuto.

uh tra poco devo scendere.
a momenti mi fumavo la fermata.
ok continuerò domani.
fine prima parte.
notte.

Annunci