Tag

, , , , ,

stasera esco dal lavoro; sono le ore 21 e mi defilo subito dalla porta girevole per non accettare un passaggio da un collega.

no, stasera voglio fare due passi, che è iniziato il primo “freddo” e voglio camminare. che poi sono solo 20 minuti a piedi, dietro una zona industriale, dove non passa mai nessuno e canto, canto a voce alta perché ci sono canzoni che ti mettono allegria e ti fanno sentire meglio.

però succede qualcosa mentre cammino: i pensieri si muovono nonostante l’aria frizzante, si mettono in moto senza che nessuno gli dia il permesso.
e così arrivano le immagini, una dietro l’altra, senza che io possa fermarle.

arriva la nostalgia di mio nonno che non c’è più da ormai 23 anni, arrivano le ex fidanzate (non sono poi tantissime), gli amici che non vedo più da un sacco di tempo.

ma rimane di sottofondo sempre quella canzone, che è diventata quasi un mantra oggi 22 ottobre 2014.
“hooked on a feeling”

fatto sta che mi tira su, sarà la mica, saranno le parole, sarà come mi fa sentire quando la sento e quando la canto mentre vado al lavoro.
sarà che alle volte ho ancora bisogno di stare da solo, che ormai sono talmente abituato a stare per i fatti miei che non ho nemmeno il pensiero di guardare al di là del mio naso.

hanno ragione quando dicono che è troppo tempo che sto da solo. che mi sono abituato e forse inaridito. chissà.
alle volte a sentirsi dire le cose si finisce per crederci.

ma ora mi ascolto un po’ della canzone che mi fa stare meglio e me ne vado a letto. a leggere. e pensare, che a quello non rinuncio mai.

Annunci