Tag

, , ,

ci sono notti che non vorresti andare a dormire.
ci sono notti che anche se ti si chiudono gli occhi vorresti tenerli aperti e rimanere sveglio.

a fare che non lo sai nemmeno se ti spremi le meningi.

che dovresti dormire, che domattina ti svegli presto per andare a lavorare e sai già che quando sarai a letto non dormirai subito ma ti girerai su te stesso come un frullino.
e allora cerchi news da leggere online. cose strane, divertenti e interessanti.

ma le immagini passano davanti senza rimanere impresse.
rispondo a un messaggio della buonanotte scritto più di un’ora fa. mi sono fatto una tazza di the caldo ai frutti rossi con abbondante miele perchè mi fa stare bene.

il sonno c’è; è lì dietro agli occhi che si fanno pesanti, e allora spegni la tv che tanto la tenevi accesa solo per farti compagnia.
che la tv ormai davvero sta accesa solo per sentirti meno solo, solo per sentire un’altra voce mentre fai dell’altro. cucini, scrivi, leggi e giochi con Penny.

Penny che dorme giù nel suo angolino sul letto.

qualcuno è entrato nel portone. me ne accorgo perchè la porta di casa ci è attaccata tanto che una mia amica tempo fa mi disse che praticamente era come se ogni volta qualcuno entrasse in casa.

basta farci l’abitudine. come le prime mattine quando la vicina di sopra mi svegliava camminando per prepararsi per andare a lavorare.
poi è entrato tutto nella routine e non me ne accorgo più la mattina. continuo a dormire.

e penso che dovrei andare a dormire anche adesso se le dita non battessero veloci sui tasti, senza quasi fermarsi guardando il monitor alla mia destra mentre decido se spegnere tutto e andarmene a dormire.

alle volte vorrei stare sveglio per vedere l’alba, ma domattina danno la pioggia e i pensieri vanno e vengono in questa notte.
alle volte andrei a dormire alle nove di sera per svegliarmi il mattino dopo, bello riposato e pronto per affrontare il lavoro.

ma domattina non ne ho voglia. vorrei abitare in centro e uscire a fare due passi nella notte per le vie della mia città, ma mi sa che gli unici passi che farò adesso saranno quelli che mi porteranno in bagno e poi per salire le scale per andare a letto.

si, è il caso che vada a cambiarmi e poi rigirarmi sotto la trapunta, lasciandomi cullare da Penny che fa la pasta sulla sua copertina rossa.

notte.

Annunci