Tag

, , , , , , , , , , ,

quanto tempo è passato dall’ultimo post?
non lo so, non ho nemmeno guardato quando l’ho scritto.
comunque è troppo tempo, lo stesso.

e poi non riesco a scrivere più come una volta.
come se il percorso tra il cervello e le mani si fosse in qualche modo interrotto.
che cosa curiosa.
l’anno scorso, di questi tempi, ero dietro a scrivere centinaia di parole, una dietro l’altra. di notte.
adesso invece riesco a malapena a dormire, male, di notte.

e poi.
poi mi dimentico di respirare.
mi accorgo che ci sono momenti in cui il petto è fermo, non esce aria dal mio naso e allora all’improvviso prendo un lungo respiro, lo trattengo un attimo dentro di me e poi lo lascio andare piano, piano.
vorrei tornare a scrivere con spensieratezza ma mi riesce difficile. davvero moltissimo.
forse con il tempo tutto si aggiusterà. forse con il tempo le ferite, le lontananze si rimargineranno e sarò più leggero.
ecco.
alle volte mi sento pesante come se le mie tasche fossero piene di sassi.
quei sassi pesanti che ti portano a fondo nel mare blu.
ho voglia di andare al mare. stare fermo a non fare niente sulla spiaggia. solo il rumore delle onde e della gente che parla e schiamazza.
un buon libro.

comunque fatto sta che devo tornare a respirare regolarmente, che davvero sennò mi trovo come un puffo blu e poi svengo.

e poi.
poi mi accorgo di aver iniziato questo post tipo tre giorni fa.
e non ho ancora finito. non riesco ad arrivare a un punto che mi permetta di dire: ok, finito.
no.

riassumendo, in breve.

devo ricordarmi di respirare.
devo ricordarmi di camminare.
devo ricordarmi di mangiare.
devo ricordarmi di sorridere.
devo ricordarmi di scrivere.

devo ricordarmi. sempre.
che se ricordo sorrido.
che se sorrido respiro.

vi volevo lasciare con una canzone.
mi piace. spero anche a voi.

buonanotte e a presto.
ah è sabato sera, la gente esce. buona serata o nottata.
sono le 00:05.

Annunci