Tag

, , , , , , , ,

 

Verrà la morte e avrà i tuoi occhi –
questa morte che ci accompagna
dal mattino alla sera, insonne,
sorda, come un vecchio rimorso
o un vizio assurdo. I tuoi occhi
saranno una vana parola,
un grido taciuto, un silenzio.

Così li vedi ogni mattina
quando su te sola ti pieghi
nello specchio. O cara speranza,
quel giorno sapremo anche noi
che sei la vita e sei il nulla.

 

Mi è capitata tra le mani una copia di “Verrà la morte e avrà i tuoi occhi” di Cesare Pavese, una raccolta edita da Einaudi. La mia copia è tra l’altro fallata: al posto del “che sei la vita” riporta: “che se la vita”.
Ho deciso di postarla qua, perchè in tutto questo parlare di transumanesimo, di cercare di allontanare la morte sempre di più mi pareva azzeccata.

Non sto diventando un transumanista, ma lo spunto che mi ha dato la lettura del libro di O’Connell mi sta facendo scrivere, e questo è sempre positivo.

Annunci