Tag

, , , , , , ,

mentre ci incamminiamo verso l’albergo ti osservo da dietro, mi piace come ti muovi, come cammini.
hai un passo deciso e sicuro.
ti guardi in giro osservando i palazzi con aria estasiata e ti volti verso di me perché anch’io li veda.
ci sono momenti in cui senza di te mi sentirei perso, quasi inutile.
diciamo che incontrarti mi ha reso consapevole di me stesso, mi ha realizzato.
non che prima non fossi nessuno, ma forse tutti quando troviamo la persona giusta diventiamo realmente noi stessi.
– ti sei perso di nuovo nei tuoi pensieri? –
quello l’ho sempre fatto e lo farò ancora; mi piace immaginare le cose e sognare a occhi aperti.
– ci sono, scusa –
– sempre a sognare… – lo dici con tenerezza.
– mi viene bene –
sorridi.
– ti ricordo che il nostro primo bacio è partito proprio da un sogno… –
– eh no, bello mio! – ti fermi e ti giri a guardarmi dritta negli occhi – il nostro primo bacio c’è stato solo perché io ti ho acchiappato per il bavero, sennò tu andavi a casa –
– dettagli –
scrolli la testa con espressione rassegnata.
– sei unico –
– lo so, grazie – rispondo ridendo.
– ridi ridi, che se non ti avessi fermato prendendoti per la giacca non saremmo qua –
– dici? –
ti siedi sul trolley.
– se non ci fossimo baciati io il giorno dopo sarei dovuta andare con alcuni amici in montagna e ti ricordo che tra questi c’era un mio ex con cui avevo già riprovato ad avere una storia –
– e tu avresti preferito lui a me? –
– no, quello no… –
– ecco –
– ma ho dovuto prenderti per il bavero, cioè hai capito? –
– era tutto calcolato, tzè –
– adesso fai lo splendido, ma avevi una paura fottuta e stavi per scappare, ecco qual’era la verità! – e sottolinei il concetto con il dito indice della mano alzato.
allargo le mani in segno di resa.
– e saresti tu l’uomo… –
– però è stato un bacio bellissimo, ammettilo –
– in effetti, sì, come primo bacio non è stato male… –
– non è stato male? ma se hai tirato su la gamba e hai sentito anche le campane… –
– ora mi pare tu stia un poco esagerando –
– dici? –
– dico sì, ma sentilo sto ragazzino impertinente, pensa te… –
ti alzi e riprendi a camminare.
– lo sai che è vero… –
tu vai avanti e scrolli la testa.
ci sono certe espressioni, alcuni tuoi atteggiamenti del corpo che mi fanno letteralmente impazzire.
li adoro.
– se continui a parlare stanotte dormi sullo zerbino, fuori dalla porta.
– non ne saresti capace… –
poi ripenso alle notti sul divano e me ne sto.
– però il primo bacio è stato bellissimo –
ti giri e sorridi.
– vero –

Annunci