Tag

, , , , ,

sono le 00 e 48 e mi sono appena infilato sotto il piumone.
non ho sonno, o meglio poco.
poi lo so che mi girerò nel letto come un involtino fino a chissà che ora.
e domani mattina si lavora.
ancora per 5 ore e poi due settimane due di ferie!

non farò niente di che.
qualche mostra.
visite ad amici e parenti che non vedo quasi mai.
e relax.
tanto.

ultimamente scrivo molto, soprattutto di notte, a tarda sera.
mi viene bene da sotto le coperte con la gatta che o fa la pasta o ronfa beatamente ai miei piedi.
ho ritrovato la passione e l’ispirazione, che mancavano da molto tempo.
e ne sono felice.

la notte poi è il momento in cui si tirano le somme se ci si trova a letto, nel silenzio della propria stanza, o delle confessioni se si è seduti al tavolo di un pub con diverse pinte vuote davanti.
è il momento dei baci, dove puoi arrossire senza che nessuno ti veda.
è il momento delle frasi sussurrate, leggere, che corrono sulla pelle con un brivido.
è la malinconia fatta momento.
dove i ricordi ti assalgono e le barriere del giorno non ci sono più.
è il momento delle lacrime abbracciati al cuscino cercando un profumo che non c’è più.
è il momento dei pensieri agli amici più cari, ma anche a quelli che non vedi spesso ma che porti sempre con te.
è il momento per chiudere gli occhi e lasciarsi andare alla fantasia e sentire la tua presenza qua.
è quel momento in cui i sogni si liberano assieme ai pensieri e camminano fianco a fianco, mano nella mano per un po’.
fino a dove finisce la notte e inizia il mare, dove le stelle si riflettono nell’acqua calma e il cielo diventa doppiamente infinito.

poi, piano piano, arriva il sonno con passo leggero, il respiro si fa più pesante, le pause aumentano e il battito cardiaco rallenta.
si rilassano i muscoli e ormai ci sei.
e poi succede una cosa, non sempre eh, succede che sogni di inciampare o comunque una delle due gambe decide di dare un calcio e ti sveglia.
a quanto pare è il cervello che interpreta l’immobilità come una cosa negativa e riattiva i muscoli.
e boom, un bel calcio.
le volte che mi è capitato l’ho associato a un inciampo nel sogno.

comunque stanotte, tra poco spero che sono le 1 e 14, spero di sognarti.
per adesso mi limito a pensarti.

buonanotte.

Annunci