Tag

, , , , , ,

le finestre sono aperte, si sente il frinire dei grilli in lontananza.
tu sei ferma, sotto il lenzuolo.
mi giro su un lato e ti guardo nel chiarore della notte illuminata dalla luna.
mi piace osservarti, guardare le ombre delle ciglia sulle guance e le labbra leggermente dischiuse.
sorrido.
poi arriva da distante il suono basso del tuono; sta per arrivare burrasca.
anche il mare di fa sentire con il suo infrangersi sugli scogli.
la luce della luna sparisce e la notte si fa buia, non ti vedo più.
un lampo preannuncia l’arrivo di un altro tuono, stavolta più vicino.
ti sento muovere.

non ami i tuoni di notte.
le tende si gonfiano con l’arrivo del vento.
è caldo e umido.
però un brivido mi fa scrollare le spalle e mi rannicchio su di te.
la tua mano cerca il mio viso.

– tutto ok? – mi domandi.
– sì, sta per arrivare una burrasca –
– ci sono io a difenderti – mi rassicuri sfiorando le mie labbra con il pollice.
– ah sì? –
– certo –
tiri su il lenzuolo e mi fai sentire il calore del tuo corpo.
– bè rimani lì? –
non rispondo e mi avvicino al tuo corpo nudo e caldo.
apri le braccia e mi appoggio al tuo seno che si solleva piano.
– comodo? – chiedi accarezzandomi i capelli.
– sì e così non ho nemmeno paura – rispondo mentre la pioggia si scatena e sembra quasi che il cielo stia per cadere.

ma ci sei tu e ci sono io.
fermi come rocce nella bufera.
mentre la pioggia bagna la terra e riempie la stanza di profumo.
mentre il vento gonfia le tende come vele di un’imbarcazione che salta sulle onde ingrossate del mare.
mentre i lampi rischiarano la stanza e i tuoni ci fanno fremere un poco.

io trovo un punto fermo in te.
e tu in me.
e ci addormentiamo sereni, l’uno tra le braccia dell’altro.
sorridendo.

Annunci