Tag

, , , , , , , , ,

– caldo? – ti chiedo girando la testa verso sinistra.
– shh – rispondi senza muovere un muscolo.
Mi metto su un fianco e ti guardo nella penombra.
Sei nuda.
Respiri piano.
Il seno si solleva e io ti osservo.
Scrolli la testa leggermente, niente di troppo faticoso.
– che c’è? – chiedo avvicinandomi – non posso guardarti? –
Ti lecchi le labbra per togliere il salato del sudore, prendi un bel respiro.
– così non aiuti – ti dico mettendomi sdraiato di nuovo.
– c’è caldo – dici tu con un sospiro che si spegne nella calura estiva.
– già –
Mi giro a guardarti.
vorrei dirti che mi piacerebbe seguire il profilo del tuo corpo, che vorrei baciarti anche accaldata e sudata.
Ma non approveresti.
Odi il caldo.
Giri la testa verso di me.
I tuoi occhi sono di brace.
Mi sento passare da parte a parte.
– fammi capire come hai fatto a non farmi comprare il condizionatore, perché davvero non capisco, probabilmente mi hai drogata, non ho altre spiegazioni –
– il viaggio che faremo a settembre… –
– e non possiamo permetterci il condizionatore e un viaggio? –
Uno dei vantaggi del caldo è che il tuo tono rimane basso e stranamente poco minaccioso.
Alzi la mano destra e mi fai vedere il dito medio.
Sorrido.
– domani mattina vai a comprare il necessario per tenermi al fresco in questa estate torrida, chiaro? –
Ecco, ora il tono si è fatto un poco più serio e intransigente.
– sì signora! –
– quanto sei scemo –
Alzo le spalle.
– bè, mi ami anche per quello –
Sorridi, leggermente.
Poi torni a guardare il soffitto lontano e bianco.
Mi sporgo sopra di te e ti bacio le labbra sudate e salate.
Per un attimo stai ferma, poi contraccambi il bacio.
Ti bacio poi la guancia e il collo, adoro il tuo profumo.
– sono sudata… – lo dici anche se sai benissimo che non mi interessa.
– ti amo lo stesso… –
Ti sento sorridere mentre mi passi la mano tra i capelli.
– ricordati di domani… –
– aria condizionata amore mio… –
– molto bene – mi dici abbracciandomi un poco.
Ti bacio le labbra e poi mi stendo al tuo fianco, sfiancato dal caldo.
– ci posso andare oggi – propongo.
– no, oggi soffri con me – ribatti tu sorridendo.

Annunci