Tag

, , , , ,

Mi piace ascoltare il tuo respiro nel buio della nostra stanza.
Che poi c’è sempre della luce che filtra attraverso le persiane.
È bello stare lì ad ascoltare.

Ha diverse declinazioni.
Tutte uniche e particolari.
Quando mi chiami al telefono e stai camminando è corto perché non smetti di parlare e se poi tieni particolarmente al discorso che stai facendo ci metti più enfasi e sembra quasi tu stia facendo la maratona.

Non stai mai ferma quando parli al telefono.

Quando facciamo l’amore è come il mare.
Sale e scende come le onde che si infrangono sugli scogli, varia di intensità.
Mi trasporta e mi trascina con te e spesso mi toglie il fiato e manda il cuore a mille.

Fremi e per un attimo non respiri e sembra che tutto il mondo si fermi.
Si cristallizza quell’attimo perfetto e unico e mi stringi forte a te.
Tremi e poi ti sciogli in un lungo sospiro.

Poi c’è quello della sera quando siamo a letto, stanchi.
Parliamo della giornata, di quello che ci è successo, di cosa abbiamo fatto.
E quasi non si sente il tuo respiro, sommerso dalle parole che mi dici.
Quando ti fermi mi guardi e sospiri.
E io sorrido.

E poi quando canti… le tue pause, tra una parola e l’altra, prendi i fiati correttamente e moduli la voce passando per un sussurro, che mi fa venire i brividi lungo la schiena, arrivando a un volume che riempie la stanza e la casa.
E io adoro quando canti.

Ma c’è un respiro che mi piace particolarmente: quando dormi e tutta la stanchezza del giorno se ne va.
Ogni preoccupazione o problema che abbiamo affrontato svanisce con i tuoi respiri.
E tu diventi piccola accanto a me.
Ti accarezzo un braccio mentre il tuo respiro si fa profondo, lungo e calmo.

Mi fa stare bene.
E così scivolo accanto a te, appoggio la fronte alla tua spalla e sospiro profondamente, riempio i polmoni del tuo profumo, quello della tua pelle, e ti do un bacio leggero sulla pelle nuda e calda.

– buonanotte amore mio – sussurro mentre sento che gli occhi si chiudono e mi lascio scivolare nel sonno accanto a te.

Annunci