Tag

, , , , , , ,

La prima volta che ho sentito davvero il tuo profumo è stata quando mi hai prestato un libro, dentro c’era un foglio scritto a mano che profumava prepotentemente di te.
E ne rimasi davvero colpito.

Ho imparato ad apprezzarlo sul tuo collo e sui tuoi capelli morbidi; mi piaceva e mi piace tutt’ora guardarti mentre ti prepari e quando ti metti il profumo lo fai con un movimento così sexy che mi sento sciogliere.

Sentirlo addosso a te fa tutto un altro effetto, mi rimane nel naso e sale fino al cervello e lì rimane in un angolo nascosto e ben protetto.

Così quando un giorno lasciasti la tua sciarpa preferita in macchina fui davvero felice.

La portai subito al viso e feci un lungo respiro come se dovessi immergermi per un’apnea lunghissima.

Scoprii la sera stessa che lo avevi fatto apposta, mi scrivesti un messaggio per dirmi di dormirci, di indossarla sempre.
E così ho fatto, iniziando da quella sera.
Ed era come avere te, accanto a me.

C’era tutta la tua essenza, il tuo profumo, il fumo di sigaretta, il balsamo e lo shampoo che usi, le tue creme idratanti.
E poi c’ero io.
Piano piano i profumi cominciarono a mescolarsi, creando una nuova fragranza che apparteneva e appartiene solo a noi.

Era perfetto.

Come quando i nostri profumi naturali si mischiano quando facciamo l’amore, così in quella sciarpa c’era tutta la nostra essenza.

Quanto ho amato quella sciarpa e così iniziò lo scambio di maglie e felpe, canottiere lasciate in pegno quando partisti per un lungo viaggio.

Lì c’era ancora di più il tuo odore, il tuo profumo, la tua essenza.
E ho dormito ogni notte con la tua canottiera nei letto, la stringevo a me cercando di sognarti ogni notte.

Ancora adesso vorrei avere qualcosa di tuo, ma ora non dobbiamo più stare distanti.
Ora possiamo addormentarci e svegliarci assieme.

Il tuo profumo è proprio accanto a me, sempre.